insync: sincronizzare file esterni a Google Drive

La possibilità di sincronizzare con Google Drive file esterni alla sua cartella nel nostro computer, l’applicazione ufficiale di Google non permette di farlo, ma ecco la soluzione.

Chiunque utilizzi un sistema di cloud come Google Drive si sarà sicuramente trovato nella situazione nella quale si cerca di capire come condividere (o salvare insomma) un file esterno alla cartella Google Drive del nostro computer o mac che sia.

Se si utilizza Dropbox basta creare un collegamento alla cartella (chiamato alias nei Mac), in questa maniera è semplice poter condividere o salvare file esterni alla cartella di default, ma Dropbox offre di base solo 2Gb con l’account gratuito (con trucchetti vari si riesce ad arrivare ad un massimo di 16Gb gratuiti), Google Drive invece offre di default 15Gb di spazio gratuito dove salvare i propri file, proprio per questo ci tenevo a trovare questa funzione.

Ho trovato insync che permette di fare appunto quello che mi serviva, sincronizzare qualsiasi file del computer, dovunque esso sia, con il mio account di Google. In questa maniera potrò avere i miei documenti organizzati tranquillamente nella cartella Documents del computer e le mie immagini nella cartella Images senza dover preoccuparmi di spostare, in maniera scomodissima, tutti i file dentro Google Drive a mano.

Menù a tendina

Questo programma permette anche di connettersi con più account contemporaneamente sullo stesso computer, in questa maniera se lo si vuole si può creare un doppio backup, oppure salvare molti più Gb di quanti potevamo prima.

Ecco qualche caratteristica, tutte cose non presenti nella App ufficiale di Google Drive:

  • Account multipli
  • Convertire i documenti di Google Docs in .doc
  • Symlink, collegamenti e alias
  • Possibilità di condividere file senza aprire il browser
  • Possibilità di condividere periferiche esterne
  • Può essere installato senza privilegi d’amministratore
  • Visualizzare i cambiamenti recenti
  • Notifiche Desktop
  • Condividere i file con un click
  • Possibilità di scegliere quali file sincronizzare e quali no
  • E’ presente anche per Linux
  • Rinominare la cartella di sincronizzazione

Che dire, vale la pena provarlo!

Ps: se te lo stessi chiedendo si, sono stato pagato per scrivere questo articolo, ma in tutta sincerità ora come ora è la miglior soluzione che ho trovato per salvare i miei file in cloud mantenendo il mio portatile ordinato, almeno finché non uscirà il client di Mega, e li sarà tutta un’altra storia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.