Sessualità & Disabilità: di Olivier Fermariello

Quest’anno il concorso Leica ha ricevuto un sacco di bellissimi progetti, uno di quelli che più mi ha colpito è quello di Olivier Fermariello, tratta un argomento molto delicato ed è stato intitolato Sessualità & Disabilità.

Non sono mai stato un grande fan del concorso indetto da Leica, gli anni scorsi ricevevano maggiore visibilità le persone con più amici su Facebook e non i progetti di maggiore qualità. Quest’anno invece mi sembra di vedere un netto miglioramento nella scelta dei dieci finalisti, non so se il metodo di votazione sia cambiato o meno, poco importa, l’importante è che la qualità sia cresciuta.

Uno dei progetti che più mi ha colpito è quello di Olivier Fermariello, lascerò che siano le sue parole a descriverlo: Leggi tutto “Sessualità & Disabilità: di Olivier Fermariello”

Cecelia Webber: nudo artistico & computer graphics

In un periodo dove si vede ovunque il cosiddetto nudo artistico ecco qualcuno che non sfrutta solo la parola nudo ma anche e soprattutto l’aggettivo artistico creando una galleria di animali riprodotti attraverso il nudo umano.

Cecelia Webber non è propriamente una fotografa è più un’artista-digitale.
Qualche tempo fa avevo pubblicato nel mio blog Otherscapes un progetto di nudo che come quello della Webber è incentrato più su quello che il corpo umano può rappresentare e non su quello che il corpo umano propriamente è.

Nelle foto di Cecelia possiamo vedere piante e animali che solo se osservati meglio nascondono decine di corpi umani nudi. Ecco una parte di uno dei suoi ultimi progetti: Leggi tutto “Cecelia Webber: nudo artistico & computer graphics”

Dave Hill: backstage della campagna Fiat

Dave Hill, noto fotografo di fama mondiale, ha da poco finito la sua campagna pubblicitaria per la Fiat. Un progetto durato sei mesi. Ecco il video di backstage che ci spiega come mai è durato tanto.

Dave Hill è un fotografo amato da molti, ha inventato un suo stile (in millemila hanno cercato di emularlo), i suoi set sono più simili a set cinematografici che set fotografici.
Qualche tempo fa aveva pubblicato sul suo Instagram una foto con il logo della Fiat, (solitamente posta quasi solo i suoi gatti) avevo sperato quindi si fosse messo a lavorare ad una campagna pubblicitaria per la Fiat. E così è stato.

Non molti giorni fa ha pubblicato sul suo Vimeo questo video Leggi tutto “Dave Hill: backstage della campagna Fiat”

Ermanno Ivone: originalità al quadrato

Una delle cose che amo di più è cercare di pubblicizzare, per quanto mi è possibile, quei talenti della fotografia che meritano di essere conosciuti. Oggi voglio farvi conoscere Ermanno Ivone, fotografo milanese di origine pugliese.

Cerco di seguire più creativi possibili, come è facile immaginare ormai non si inventa più nulla, l’unica cosa che si può fare è re-interpretare, prendere spunto, a volte anche rubare, ammirare, stimare (da non confondere con l’invidia, che va sempre e solo evitata).

Una delle persone che a mio parere meritano di essere conosciute è Ermanno Ivone, Leggi tutto “Ermanno Ivone: originalità al quadrato”

La Fotografia e le persone “normali”

Sono una persona curiosa, troppo curiosa a volte. Qualche giorno fa ho voluto provare a quantificare in dati reali alcuni miei dubbi, curiosità, domande pubblicando un questionario riguardante la fotografia e chiedendo ai miei contatti di Facebook di perdere un paio di minuti per farlo. In centinaia hanno risposto, ecco i dati, nero su bianco.

Alcuni giorni fa ho pubblicato questo questionario, allo scopo di avere risposta a qualche mia curiosità e  poter scrivere, una volta raccolti i dati,  un articolo per il mio sito.

24 domande a risposta multipla riguardanti un solo argomento: la Fotografia.

La Fotografia è presente nelle vite di tutti noi, che ci piaccia o meno, veniamo costantemente Leggi tutto “La Fotografia e le persone “normali””

la fotografia senza Forma

Lo spazio espositivo di Forma, uno dei più famosi spazi espositivi fotografici italiani chiude i battenti. Se ne è parlato e se ne parlerà ancora molto in questi giorni, un giorno di lutto per la fotografia italiana.

Chi dice di essere appassionato di fotografia non può non conoscere lo spazio Forma, uno dei luoghi più importanti per la fotografia italiana e internazionale.
In otto anni di attività sono più di 500 mila le persone passate al Forma per vedere una delle sue numerose esposizioni, più di 80E’ sempre stato un Leggi tutto “la fotografia senza Forma”

Galimberti in Triennale: non si doveva parlare di fotografia?

Giovedì 3 ottobre, come da programma, nella Triennale di Milano si è tenuta la conferenza di Maurizio Galimberti, fotografo italiano molto noto in Italia e soprattutto all’estero. Il tutto era presentato da Ornella Vanoni, cantante ed attrice italiana.

Lo scorso giovedì ha avuto inizio il secondo girone di conferenze delle Lectio Magistralis, ero andato a tutte le conferenze dell’anno scorso rimanendo mediamente molto soddisfatto e sentendomi sempre un minimo arricchito di conoscenze. E’ stata la volta di Maurizio Galimberti, fotografo che ho sempre stimato.

Tutti questi incontri hanno come argomento centrale la Fotografia, quella con la F maiuscola.

O almeno, così pensavo.

Leggi tutto “Galimberti in Triennale: non si doveva parlare di fotografia?”

Persone normali nei panni di modelli famosi

 

E se a posare per le pubblicità fossero persone normali e non modelli professionisti? E’ questo quello che si è chiesto il quotidiano The Sun facendo una parodia di quale pubblicità di alcuni marchi famosi.

Inutile nasconderlo, modelle e modelli delle pubblicità non sono persone normali, sono geneticamente modificati allenati per essere fighi.

Cosa succede se invece delle persone normali si mettono nei panni di famosi modelli? Leggi tutto “Persone normali nei panni di modelli famosi”

Perché non si sorrideva nelle vecchie foto?

Lo avete mai notato? In tutti i ritratti d’epoca i soggetti sono seri, imbronciati, mai e poi mai sorridenti. Perché? Quali sono le motivazioni di questo fenomeno così comune?

Sorriso: nel passato e ora 07

Guardando vecchissimi album di famiglia, o in generale foto d’epoca si può notare che nessuno dei soggetti sorride, mai. Lo avevate mai notato?

E’ un fatto curioso, ma sicuramente motivato, proviamo a darci qualche spiegazione plausibile.

I primi dagherrotipi sono risalenti alla seconda metà del 1800, l’igiene personale non era sicuramente un punto forte di questo periodo storico, soprattutto quello orale. Proprio per questo motivo c’è chi dice che Leggi tutto “Perché non si sorrideva nelle vecchie foto?”

500 artisti, 9.000+ silhouettes. Per la pace.

Un gruppo di artisti britannici ha voluto ricordare lo sbarco in Normandia con un’installazione di più di 9.000 soldati disegnati sulla sabbia.

Più di 500 volontari si sono ritrovati in una spiaggia della Normandia in occasione della Giornata della Pace, sono state disegnate sulla sabbia più di novemila silhouettes per ricordare i caduti dell’Operazione Nettuno, il D-Day, il famoso sbarco in Normandia.

Gli ideatori di questo progetto sono Leggi tutto “500 artisti, 9.000+ silhouettes. Per la pace.”