#coglioneNO – rispetto per i creativi: i tre video

Una divertentissima, e verissima, campagna di sensibilizzazione per il rispetto dei lavori creativi.

Attraverso il loro sito (e la loro pagina Facebook) gli Zero (Niccolò Falsetti, Stefano De Marco e Alessandro Grespan) hanno divulgato tre video nella speranza di sensibilizzare i clienti facendoli diventare più rispettosi verso i lavoratori degli ambiti creativi.

Quante volte ad un fotografo, grafico, truccatore o qualsiasi altro lavoro creativo viene detto “mi spiace, ma mi ero spiegato male! per questo progetto non c’è budget! è in tf*!”?

Ecco i tre video di cui sto parlando, divertenti, si, ma anche molto molto veri, fanno riflettere:

Leggi tutto “#coglioneNO – rispetto per i creativi: i tre video”

La Fotografia e le persone “normali”

Sono una persona curiosa, troppo curiosa a volte. Qualche giorno fa ho voluto provare a quantificare in dati reali alcuni miei dubbi, curiosità, domande pubblicando un questionario riguardante la fotografia e chiedendo ai miei contatti di Facebook di perdere un paio di minuti per farlo. In centinaia hanno risposto, ecco i dati, nero su bianco.

Alcuni giorni fa ho pubblicato questo questionario, allo scopo di avere risposta a qualche mia curiosità e  poter scrivere, una volta raccolti i dati,  un articolo per il mio sito.

24 domande a risposta multipla riguardanti un solo argomento: la Fotografia.

La Fotografia è presente nelle vite di tutti noi, che ci piaccia o meno, veniamo costantemente Leggi tutto “La Fotografia e le persone “normali””

Perché non si sorrideva nelle vecchie foto?

Lo avete mai notato? In tutti i ritratti d’epoca i soggetti sono seri, imbronciati, mai e poi mai sorridenti. Perché? Quali sono le motivazioni di questo fenomeno così comune?

Sorriso: nel passato e ora 07

Guardando vecchissimi album di famiglia, o in generale foto d’epoca si può notare che nessuno dei soggetti sorride, mai. Lo avevate mai notato?

E’ un fatto curioso, ma sicuramente motivato, proviamo a darci qualche spiegazione plausibile.

I primi dagherrotipi sono risalenti alla seconda metà del 1800, l’igiene personale non era sicuramente un punto forte di questo periodo storico, soprattutto quello orale. Proprio per questo motivo c’è chi dice che Leggi tutto “Perché non si sorrideva nelle vecchie foto?”

La bugia fotografica

La fotografia mente, si sa, ma non lo si vuole ammettere.

Questo non è un articolo, è più una bozza, un insieme di idee raccolte nella speranza di creare qualcosa di più grande rispetto ad una decina di righe.

Ieri ho fatto un esperimento: ho mandato questa foto a quattro persone che mi conoscono: Leggi tutto “La bugia fotografica”

Quanto sono veri i reportage di guerra? [video/foto]

Il reportage di guerra, usato fin dalla nascita della fotografia per documentare quello che accadeva al fronte. Vediamo ogni giorno foto di questo tipo, ma quante sono vere? Quante sono manipolate? Quante sono recitate? Ci comunicano quello che è successo o quello che una rivista vuole venderci?

Non sono nè il primo nè l’ultimo a parlare di verità dell’informazione, le mie non vogliono che essere riflessioni personali su questo argomento. Vivendo nel mondo della fotografia e dell’immagine sono più propenso a smontare un’immagine quando la vedo, è una cosa normale, se io spesso mento con la fotografia perché non potrebbero farlo anche gli altri?

Se mentire o meno con la fotografia sia lecito è Leggi tutto “Quanto sono veri i reportage di guerra? “

Panoramiche 360°: le migliori foto ricordo

Spesso se facciamo foto ricordo per ricordare le località nelle quali siamo stati finiamo per avere foto orribili, fatte scattare da qualche passante che passava, finendo così per perdere tutta la magia del ricordo. La soluzione?

Con la memoria che mi ritrovo le foto ricordo sono uno strumento essenziale per immagazzinare un bel posto nel quale sono stato. Le foto che facciamo sono sempre porzioni del panorama che stiamo vivendo, più o meno a tutti sarà capitato di fotografare un panorama mozzafiato, guardarlo nello schermo della fotocamera e pensare meh.

Lasciando stare il discorso dei colori nella foto che non saranno mai come quelli che stiamo vedendo con i nostri occhi, ma l’inquadratura di quello che stiamo guardando spesso, anzi, sempre, non ci soddisfa. Guarda che bella la torre di Pisa, dovessi vedere che grande la piazza di fronte, ma da qui non si capisce tanto. Leggi tutto “Panoramiche 360°: le migliori foto ricordo”

Lastre, 24 pose e mitragliatrici digitali

Una delle variabili che influisce sul risultato della fotografia è sicuramente l’attrezzatura, in che modo lo fa? Come hanno reagito pionieri della fotografia ai rullini fotografici e che differenza c’è tra loro e noi popolo del digitale?

Quella che vorrei proporre oggi non è una mia riflessione, ma di Michele Smargiassi, giornalista di La Repubblica, da anni si occupa di storia e cultura della fotografia e nel suo libro Un’autentica bugia – La fotografia, il vero, il falso ha spiegato in maniera esemplare come il poter produrre tante fotografie grazie al digitale non sia un sinonimo di qualità, anzi, spesso è il contrario. Leggi tutto “Lastre, 24 pose e mitragliatrici digitali”

Più si fotografa meno si scatta

Riflettendoci… chi scatta di più? Un fotografo o un appassionato? Secondo l’immaginario collettivo un fotografo è colui che vive con la sua macchina fotografica appesa al collo, un po’ come fosse un turista giapponese. E’ vero? E’ così? Parliamone.

Per come ho potuto notare, osservando le persone che mi circondano e cercando di osservarmi da fuori, in terza persona, più ci si ritrova immersi nel mondo fotografico più ce ne si allontana. Più la fotografia diventa la propria vita più nei momenti liberi si cerca di staccare. Più si fotografa, meno si scatta.

Credo sia un percorso naturale, se passiamo le nostre giornate a organizzare servizi/set fotografici appena avremo un momento libero cercheremo di Leggi tutto “Più si fotografa meno si scatta”

Stock photos, la morte della fotografia?

Stock Images, fotografie vendute appunto in stock, tante a poco prezzo. Queste banche d’immagini sono la morte della fotografia? Hanno contribuito alla crisi nel mercato fotografico oppure hanno creato un mercato a parte? Parliamone con Nicola Ghezzi, Marketing Director di GettyImages e iStockphoto.

Era da tempo che volevo scrivere qualcosa riguardo la vendita di immagini in stock e quale occasione migliore di un treno con l’aria condizionata troppo alta per riuscire a farti dormire in pace? Probabilmente era destino.

Qualche tempo fa sono stato ad un incontro organizzato da Tau Visual e tenuto da Nicola Ghezzi, il marketing director italiano di una delle potenze mondiali di vendita d’immagini in stock: GettyImages (e di conseguenza anche di iStockphoto). Essendo un argomento del quale si sente parlare spesso sono andato Leggi tutto “Stock photos, la morte della fotografia?”

Backup Online archivio fotografico: la soluzione

Sono decine i servizi di storage online gratis e a pagamento. Erano mesi che cercavo una soluzione, dopo mille problemi finalmente sembro aver trovato quello che fa per me e per chiunque altro abbia bisogno di salvare le proprie immagini online.

Dropbox, Google Drive, Picasa Album, Flickr, Box, Adrive sono millemila i servizi di archiviazione online, ma possibile? Non trovavo quello che fa per me. Ma ora finalmente sono arrivato ad una soluzione, deriva da un servizio che tutti conoscevamo, ma promette molto di più.

Avevo già brevemente parlato di come effettuare il backup delle proprie fotografie, si sa, non si è mai abbastanza sicuri quando si parla di file, ci vuole nulla per perdere lavori importanti o trovarsi file danneggiati. In quell’articolo avevo scritto in maniera veloce come fare un backup in locale, quindi su hard disk che poi terremo a casa o in ufficio.

E se volessimo avere un’ulteriore garanzia? Leggi tutto “Backup Online archivio fotografico: la soluzione”