Google Glass: futuro o futuro fail? [test&riflessioni]

É da almeno due anni che sentiamo parlare dei Google Glass, i fantomatici occhiali futuristici prodotti dalla grande G. Se ne discute, si cera di capire quali siano i pregi e quali i difetti ma come spesso accade spesso se ne parla per sentito dire, gli esemplari attualmente disponibili sono non più di qualche migliaio. Ho avuto modo di provarli, questa è stata la mia impressione.
Non sono un filtro, ma un plus.

Mamma Google ci tiene a ricordare che si chiamano Glass e non Glasses perché non vogliono essere delle lenti attraverso le quali guardare il mondo, non vogliono essere un ulteriore filtro tra l’utente e la realtà. E’ solo Glass perchè si tratta soltanto di un prisma che si posiziona in alto del proprio occhio destro, vuole essere una cosa in più, non un ulteriore mezzo di alienazione, Google ha dichiarato fondamentale il fatto che la vista fosse libera lungo tutto l’orizzonte.

Ora come ora al mondo esistono poche migliaia di esemplari, gli attuali Leggi tutto “Google Glass: futuro o futuro fail? [test&riflessioni]”

La bugia fotografica

La fotografia mente, si sa, ma non lo si vuole ammettere.

Questo non è un articolo, è più una bozza, un insieme di idee raccolte nella speranza di creare qualcosa di più grande rispetto ad una decina di righe.

Ieri ho fatto un esperimento: ho mandato questa foto a quattro persone che mi conoscono: Leggi tutto “La bugia fotografica”

Il porno senza porno di Von Brandis

Qualche anno fa vidi una serie fotografica che mi colpì molto, mi dimenticai di salvarmela e così non l’ho più ritrovata, fino ad oggi. E’ una serie fatta da Von Brandis, designer ed illustratore del Sud Africa.

Quante volte vediamo foto o progetti bellerrimi che poi perdiamo e non riusciamo più a ritrovare? E’ proprio quello che mi è successo qualche anno fa con questa serie intitolata Obscene Interiors fatta dal designer e illustratore sudamericano Brandt Botes conosciuto anche come Von Brandis.
Leggi tutto “Il porno senza porno di Von Brandis”